Doveva essere l’anno dell’Asia, ma quando a dicembre ci è capitata tra le mani una super offerta su un volo per la Colombia non abbiamo saputo resistere. Le occasioni vanno sempre colte al volo e lo stato sudamericano era nella nostra wish list dopo aver sentito i racconti di amici e blogger che ci sono stati di recente. Ti parleremo più avanti di come organizzare il viaggio, ma tuffiamoci ora a capofitto nel nostro itinerario di tre settimane in Colombia!

Giorno 0
Arriviamo a Bogotà la sera. Stanchissimi raggiungiamo il nostro airbnb vicino all’aeroporto con un taxi.

Giorno 1
Sveglia prestissimo per prendere il volo Latam per Cartagena de Indias. Dopo un viaggio di 1 ora e mezza arriviamo sulla costa caraibica e partiamo subito all’esplorazione della città. Visitiamo il centro, il museo storico (Palazzo dell’Inquisizione) e passeggiamo sulle mura.

Giorno 2
Al mattino visitiamo il quartiere di Getsemani tra case colorate e piazzette caratteristiche, alla ricerca di scorci fotogenici e di street art. Nel pomeriggio andiamo al Castillo de San Felipe per conoscere un po’ la storia della città e godere di una magnifica vista.

itinerario di tre settimane in colombia: Il quartiere Getsemani a Cartagena

Il quartiere Getsemani a Cartagena

Giorno 3
Partenza alle 5 in direzione Santa Marta/Tayrona con l’autobus puerta-a-puerta prenotato tramite l’ostello. A Santa Marta lasciamo al volo lo zaino all’ostello e proseguiamo per il parco Tayrona con una zaino più leggero (totale 5/6 ore). Dall’ingresso del parco si prende un minibus fino a El Zaino, dove parte la camminata nella foresta e lungo le spiagge del parco Tayrona fino a Cabo San Juan del Guia. Arriviamo in tempo per un bagno nella magnifica spiaggia e un po’ di relax. Passiamo la notte in campeggio.

itinerario di tre settimane in colombia: Spiagge serlvagge nel parco Tayrona

Spiagge serlvagge nel parco Tayrona

Giorno 4
Marco parte per un’escursione di prima mattina ai resti archeologici di Pueblito arrampicandosi nella giungla tra scimmie urlatrici e tucani (totale 4 ore), mentre Paola si gode il mare. Nel pomeriggio c’è ancora tempo per un po’ di descanso in spiaggia. Torniamo poi a piedi a El Zaino (2.5 ore) e prendiamo l’autobus per Santa Marta (1 ora) dove trascorriamo la notte.

Giorno 5
Prendiamo un volo da Santa Marta a Medellin all’alba. Arriviamo così in tempo per partecipare all’interessante Free walking tour del centro di Medellin dove scopriamo un po’ di storia recente della città e della Colombia, con le sue contraddizioni e i suoi cambiamenti in atto. Dormiamo nel quartiere del Poblado, pieno di ristoranti e locali.

Giorno 6
Esploriamo Medellin cominciando con un giro sulla cabinovia per La Aurora che collega i quartieri più poveri della parte nord al centro città. Raggiungiamo poi Comuna 13: quartiere povero di Medellin, zona collinare della città, un tempo off limits governata dalle gang. Qui sono state costruite delle scale mobili per facilitare la vita degli abitanti. Concludiamo con le statue di Plaza Botero e un altro giro sulla cabinovia per Parque Arvì.

itinerario di tre settimane in colombia: Monumento a la Vida a Medellin

Monumento a la Vida a Medellin

Giorno 7
Escursione in giornata a Guatapè in autobus pubblico. Scaliamo la Piedra del Penol per una bellissima vista dall’alto della zona. Facciamo un giro del lago in barca ed esploriamo le coloratissime vie del villaggio con le tipiche decorazioni.

La scalinata della piazza di Guatapè

La scalinata della piazza di Guatapè

itinerario di tre settimane in colombia: I bar sulla piazza di Jardin

I bar sulla piazza di Jardin

Giorno 8
Di prima mattina prendiamo un autobus per Jardin, coloratissimo villaggio a sud di Medellin. Qua oltre ad esplorare il paese prendiamo la “teleferica artesanal” per raggiungere la collina, fare una passeggiata nella campagna circostante e osservare la ricchissima avifauna alla rRserva del gallito de roca.

Giorno 9
Un’intera giornata di viaggio. Un autobus ci porta da Jardin a Riosucio (3 ore), dove cambiamo per Pereira (3 ore e mezza). Da qui raggiungiamo Salento con un altro mezzo (1 ora).

Giorno 10
Partiamo all’alba per l’escursione nella Valle de Cocora. La facile camminata di 6 ore ci porta attraverso la foresta nebulosa con i suoi ponti alla Indiana Jones per raggiungere poi una magnifica distesa di altissime palme della cera che a centinaia si stagliano contro il cielo blu.

itinerario di tre settimane in colombia: Le palme altissime di Cocora

Le palme altissime di Cocora

Giorno 11
Salento: al mattino facciamo una passeggiata fino a una delle tenute dove si coltiva il caffè organico e qui partecipiamo a uUna visita guidata della finca, per imparare qualcosa di più sulle fasi di produzione. Nel pomeriggio andiamo a visitare Filandia, paesino non lontano da Salento.

Giorno 12
Abbiamo deciso di prenderci un giorno di pausa e totale relax. Salento è il luogo perfetto: immersa nel verde, tra le montagne e con un clima fresco.

Giorno 13
Da Salento raggiungiamo Armenia con un bus locale (1 ora) e da qua un altro bus ci porta a Neiva (6/7 ore). Da Neiva in circa 1 di jeep arriviamo al deserto de la Tatacoa. La sera assistiamo alla lezione di astronomia all’osservatorio nel deserto.

itinerario di tre settimane in colombia: Il deserto de la Tatacoa

Il deserto de la Tatacoa

Giorno 14
Esploriamo il deserto de la Tatacoa con un mototaxi e una guida. Rimaniamo affascinati dal labirinto del Cuzco con le sue formazioni rocciose rossastre, dai mille cactus con i loro fruttini deliziosi e arriviamo fino alla ventana (finestra) del deserto, prima di tuffarci in una piscina alimentata da una sorgente naturale. La sera prendiamo un volo per Bogotà con EasyFly (1 ora).

itinerario di tre settimane in colombia: Il paramo di Ocetà

Il paramo di Ocetà

Giorno 15
Tanto per cambiare un po’: sveglia prima dell’alba per spostarci da  Bogotà a Monguì, nei pressi del paramo de Ocetà. Un autobus dal terminal principale ci porta a Sogamoso (4 ore), da  qui in 1 ora arriviamo nel caratteristico paesino. Esploriamo Monguì che non è quasi toccato dal turismo: giriamo tra le case bianche e visitiamo le sue fabbriche di palloni da calcio.

Giorno 16
Escursione al paramo de Ocetà: un ecosistema unico al mondo. Sopra i 3500 metri si popola di frailejones centenari, specie botaniche che sembrano una via di mezzo tra una palma e una pianta grassa. Nel pomeriggio torniamo a Sogamoso (1 ora) e prendiamo un autobus per Villa de Leyva (3/4 ore), dove arriviamo che è già buio.

Giorno 17
Dedichiamo la giornata a Villa de Leyva, una delle città coloniali più belle della Colombia. Oltre alla magnifica piazza, le vie acciottolate e le bianchissime case, nei dintorni visitiamo il museo paleontologico e il sito archeologico di El Infiernito con i suoi megaliti. Nel pomeriggio torniamo in autobus a Bogotà (4 ore).

 

itinerario di tre settimane in colombia: La piazza di Villa de Leyva

La piazza di Villa de Leyva

Giorno 18
Il Bogotà Bike Tour ci porta alla scoperta della città, degli aneddoti e della sua storia attraverso il centro e alcuni dei quartieri meno accessibili. Nel pomeriggio abbiamo il tempo per visitare il Museo Botero.

Giorno 19
Esploriamo ancora la città con la scusa del Bogotà Street Art Tour che ci fa scoprire il quartiere de La Candelaria. È un giorno storico per la pace in Colombia, perché proprio oggi (1 settembre) nasce il nuovo partito costituito dagli ex guerriglieri delle FARC. Facciamo un salto al concerto in Plaza de Bolivar prima di immergerci nella storia delle civiltà precolombiane al Museo del Oro.

itinerario di tre settimane in colombia: Uno dei murales di Bogotà

Uno dei murales di Bogotà

Giorno 20
Nell’ultimo giorno in Colombia giriamo ancora per il centro di Bogotà, visitando la Cattedrale e il museo convento di Santa Clara. Prendiamo poi la teleferica che ci porta a Monserrate per una vista dall’alto della città. Salutiamo la Colombia partecipando ad un mercatino punk/handmade dove possiamo fare incetta di musica locale e piccoli gadget.

Com’è ovvio abbiamo dovuto rinunciare a malincuore ad alcune mete: vedere i delfini rosa nella foresta amazzonica a Leticia, le balene e le spiagge selvagge della costa pacifica, le statue di San Augustin, la penisola della Guajira. Tutti ottimi motivi per un nuovo viaggio in Colombia, prima o poi!